Secondo i legali, la famiglia di Yonay aveva ripreso i diritti nel 2020, mentre la lavorazione del sequel è andata avanti fino all’8 maggio 2021, più di un anno e mezzo dopo che i diritti sulla storia originale erano scaduti. Non si conosce l’ammontare del risarcimento richiesto, ma è probabile che sia legato in percentuale agli incassi del film che, solo negli Stati Uniti, ha già raggiunto i 295 milioni di dollari.

La famiglia ha chiesto il blocco della distribuzione sia di “Top Gun: Maverick” sia di qualsiasi altro lavoro legato al primo film. Secondo The Hollywood Reporter, la Paramount si è difesa sostenendo che la lavorazione era “sufficientemente completata” prima che i diritti scadessero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Detected!!!

We have detected that you are using extensions to block ads. Please support us by disabling these ads blocker.

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock
error: Contenuto Protetto!