Il prequel di Breaking Bad è finalmente giunto al termine, ma cosa è successo a Saul Goodman alla fine? **AVVERTENZA: contiene spoiler per Better Call Saul stagione 6 episodio 13**

Bryan Cranston e Bob Odenkirk in Breaking Bad

Saul Goodman ha affrontato il suo ultimo sipario.

Dopo sei stagioni, lo spin-off di Breaking Bad Better Call Saul si è concluso con un finale straziante.

Il dramma cult americano sull’avvocato disonesto ha quasi raggiunto gli eventi di Breaking Bad, quando finalmente la giustizia è stata resa giustizia a Jimmy McGill/Saul Goodman/Gene Takovic.

L’attore Bob Odenkirk (McGill) ha recentemente condiviso come si sente riguardo al finale della storia di Jimmy , dicendo ai fan su Twitter: “È francamente difficile per me guardare quell’esperienza, anche a quel personaggio, troppo da vicino, è solo che ci sono troppe parti in movimento, e si adattano troppo bene insieme, ed è un mistero per me, come sia successo”.

Come la maggior parte degli episodi della seconda metà della sesta stagione, il finale ha saltato un po’ le linee temporali (e c’erano anche alcuni riferimenti alle macchine del tempo), con diversi filoni della trama rispetto a prima, durante e dopo gli eventi di Breaking Male tutto entra in gioco.

Quindi, se hai bisogno di un piccolo aiuto per mettere insieme tutto, abbiamo fornito una spiegazione su tutto ciò che è successo nel finale di seguito. Continua a leggere per avere spiegato il finale di Better Call Saul.

Spiegazione del finale di Better Call Saul

La prima cosa che vediamo durante il finale ci riporta a un momento chiave della quinta stagione di Better Call Saul: quando Jimmy e Mike Ehrmantraut si sono ritrovati soli nel deserto dopo aver raccolto $ 7 milioni per il fondo di cauzione di Lalo Salamanca. Durante una conversazione sorprendentemente intima su cosa farebbero con i soldi se avessero una macchina del tempo, Jimmy confessa senza mezzi termini che solo una cosa gli è mai importata: i soldi.

Dopo la puntura di apertura, saltiamo avanti dove abbiamo lasciato le cose alla fine del penultimo episodio, poiché Jimmy mira a fuggire dalle autorità dopo essere stato denunciato da Marion. Non arriva molto lontano, però, prima di essere trovato in un bidone della spazzatura, un posto adatto per essere scoperto, come dice Marie Schrader in seguito.

Parlando di Marie (la vedova del personaggio di Breaking Bad Hank e cognata di Walter White , se vi serve un promemoria), è uno dei tanti volti familiari che compaiono durante l’episodio. Questo accade quando Jimmy sente dagli avvocati quanto sia grave la sua condanna per tutti i vari crimini che ha commesso: la vita più 190 anni.

Betsy Brandt nel ruolo di Marie Schrader in Better Call Saul.

Ad ogni modo, a questo punto, Jimmy mette in pratica uno dei suoi vecchi trucchi, offrendo in modo molto convincente un monologo emotivo che si dipinge tanto come una vittima quanto Marie in tutto questo. Gli avvocati dell’accusa non lo accettano, ma come dice Jimmy, basta uno dei membri della giuria per convincerlo a scappare, il che lo mette in una buona posizione per ottenere un patteggiamento. E così l’avvocato è d’accordo a malincuore: Jimmy sarà condannato solo a sette anni e mezzo di reclusione, una pena molto leggera rispetto a quella che avrebbe potuto essere inflitta.

A questo punto, però, Jimmy esagera leggermente la sua mano tirando su Howard Hamlin mentre sta cercando di aggiungere una clausola che lo vedrà fornito di gelato ogni settimana della sua condanna. Credendo che stia fornendo loro nuove informazioni sulla morte di Howard che possono fungere da dolcificante, gli viene detto quello che già sapevamo: che Kim ha già denunciato le circostanze dell’omicidio. A questo punto – alla menzione di Kim – vediamo Saul sembrare sinceramente spezzato per la prima volta nell’episodio.

Bryan Cranston nel ruolo di Walter White - Meglio chiamare Saul
Bryan Cranston nel ruolo di Walter White in Better Call Saul. AMC

La sequenza temporale poi cambia di nuovo, riunendoci un’ultima volta con Walter White di Bryan Cranston, con lui e Saul che condividono una conversazione sulle macchine del tempo e sui rimpianti. Non sorprende che Walter racconti la storia di Grey Matter – l’azienda che aveva fondato con i suoi amici – come il suo più grande rimpianto, ma la scelta di Saul è piuttosto meno eccitante. Racconta semplicemente la storia di un piano che ha tirato fuori quando aveva 22 anni e che gli è stato fatto male al ginocchio.

Nella timeline post-Breaking Bad, Saul viene estradato ad Albuquerque, dove si svolgerà l’udienza per la sua condanna. Kim si presenta per assistere all’udienza dopo che le è stato detto del suo arresto da Suzanne Ericsen, che le rivela anche che Saul ha intenzione di dare una testimonianza che la riguarderà personalmente, in particolare relativa al caso Howard Hamlin.

Durante il processo, Saul si alza per raccontare la sua storia singhiozzante precedentemente provata, solo per lui che va fuori copione molto rapidamente. Forse perché ha intravisto Kim lì, la sua coscienza sembra finalmente avere la meglio su di lui e, contro il parere di Bill Oakley che ha servito come suo consulente legale, ammette il suo ruolo in tutto, spiegando che “Walter White potrebbe’ Non l’ho fatto senza di me”.

Bob Odenkirk nel ruolo di Saul Goodman
Bob Odenkirk nel ruolo di Saul Goodman in Better Call Saul. AMC

Solleva anche Howard Hamlin e ammette che era lui la colpa per quello che è successo, non Kim, anche attribuendo al suo ex partner il merito di aver scelto di ricominciare la sua vita piuttosto che raddoppiare come aveva fatto lui. E in un’ultima ammissione, si assume la responsabilità di quello che è successo a Chuck, dicendo che “ha visto un’opportunità per fargli del male” e l’ha colta, affermando essenzialmente che era lui la colpa per averlo portato al suicidio. Naturalmente, data questa confessione, la condanna a sette anni e mezzo precedentemente concordata è fuori discussione e sembra che gli verrà inflitta la pena massima.

Dopo un altro breve flashback – questa volta incentrato su uno scambio tra Jimmy e Chuck – vediamo Jimmy essere portato via in un furgone della prigione per iniziare la sua pena. Durante il processo, aveva inizialmente chiesto di essere chiamato Saul Goodman prima di decidere di tornare a Jimmy McGill dopo la sua confessione, ma sull’autobus molti prigionieri lo riconoscono come l’uomo di quegli iconici spot pubblicitari di Saul Goodman e iniziano a cantare il suo nome quando arrivano al carcere.

Rhea Seehorn nel ruolo di Kim Wexler - Meglio chiamare Saul
Rhea Seehorn nel ruolo di Kim Wexler in Better Call Saul. AMC

A causa della sua vita passata aiutando i criminali, Jimmy sembra essere popolare tra gli altri detenuti e viene visto cuocere il pane nella prigione dove sembra destinato a vivere il resto dei suoi giorni. Verso la fine dell’episodio, gli viene detto che ha una visita dal suo avvocato, solo per scoprire che in realtà è Kim che è venuto a trovarlo. Condividono una sigaretta proprio come ai vecchi tempi e lei spiega la sua ammirazione per come inizialmente era riuscito a ridurre la sua condanna a sette anni e mezzo. Mentre se ne va, condividono un’ultima occhiata, prima che Jimmy faccia il suo caratteristico gesto con le pistole a dito.

Queste scene finali – insieme al fatto che è stato vedere Kim in tribunale che lo ha spinto ad ammettere finalmente le sue colpe – chiariscono che, nonostante tutti i suoi discorsi sul fatto che i soldi siano l’unica cosa che conta per lui e la sua riluttanza ad ammetterlo qualsiasi vero rimpianto, Kim è sempre stata la cosa più importante per lui. È stata il catalizzatore di ogni cambiamento che Jimmy ha subito: la sua decisione di lasciarlo è stata ciò che lo ha completamente trasformato in Saul in primo luogo, e la sua ricomparsa in tribunale gli ha permesso di avere finalmente un momento di introspezione e tornare a Jimmy.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Detected!!!

We have detected that you are using extensions to block ads. Please support us by disabling these ads blocker.

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock
error: Contenuto Protetto!