Un programma televisivo per dominarli tutti?

Cynthia Addai-Robinson nel ruolo della regina reggente Míriel in Gli anelli del potere

Fan di JRR Tolkien, preparatevi per un’era della Terra di Mezzo che non avete mai visto prima sullo schermo.

Il Signore degli Anelli: Gli Anelli del Potere di Amazon, un prequel della trilogia de Il Signore degli Anelli, ci riporterà indietro nella storia migliaia di anni prima di Lo Hobbit, e entrerà nei libri dei record come prima produzione a raccontare il storia della “Seconda Era” di Tolkien della Terra di Mezzo.

E ora è uscito l’ultimo trailer de Il Signore degli Anelli: Gli anelli del potere, che prende in giro panorami elfici, città naniche sotterranee e goblin e orchi a caccia nei boschi. Leggi di più sui trailer qui sotto.

Anche se i dettagli della trama rimangono scarsi, lo showrunner Patrick McKay ha già discusso della serie in un primo sguardo con Vanity Fair , rivelando: “La forgiatura degli anelli. Anelli per gli elfi, anelli per i nani, anelli per gli uomini e poi l’unico anello che Sauron usava per ingannarli tutti.

“È la storia della creazione di tutti quei poteri, da dove vengono e cosa hanno fatto a ciascuna di quelle razze”.

Ha chiesto alla serie: “Possiamo inventare il romanzo che Tolkien non ha mai scritto e farlo come la serie di mega eventi che potrebbe accadere solo ora?”

In seguito ha detto a Entertainment Weekly: “Non eravamo interessati a fare uno spettacolo sulla versione più giovane dello stesso mondo che conoscevi, dove è un po’ un prequel.

“Volevamo andare molto, molto, molto indietro e trovare una storia che potesse esistere da sola. Questa era quella che sentivamo non era stata raccontata sul livello e sulla scala e con la profondità che sentivamo meritata .”

Continua a leggere per tutto ciò che devi sapere sulla serie TV de Il Signore degli Anelli di Amazon, con cast confermato, dettagli sullo showrunner e data di uscita – e, naturalmente, terremo aggiornata questa pagina non appena verranno rilasciate nuove informazioni.

Data di uscita de Il Signore degli Anelli: Gli anelli del potere

CONFERMATO: La serie Il Signore degli Anelli: Gli Anelli del Potere inizierà venerdì 2 settembre 2022.

Gli episodi verranno quindi pubblicati settimanalmente su Amazon Prime Video.

Morfydd Clark (Galadriel), Charlie Vickers (Halbrand)

La produzione della serie è iniziata a febbraio 2020 e si è conclusa il 3 agosto 2021 nonostante un ritardo causato dall’epidemia di coronavirus.

Amazon ha anche annunciato che le riprese si sono prese una pausa per quattro o cinque mesi dopo che i primi due episodi erano stati girati per vedere cosa funzionava.

E le riprese non sono economiche: per la prima stagione dello show sono stati spesi incredibili 465 milioni di dollari, rendendo la serie una sorta di grande scommessa per il servizio di streaming.

Cast Il Signore degli Anelli: Gli Anelli del Potere

Ismael Cruz Cordova (Arondir)

Il cast completo di Il Signore degli Anelli: Gli Anelli del Potere è già stato rivelato.

  • Robert Aramayo nel ruolo di Elrond
  • Morfydd Clark nel ruolo di Galadriel
  • Owain Arthur nel ruolo del principe Durin IV
  • Nazanin Boniadi nel ruolo di Bronwyn
  • Ismael Cruz Cordova nel ruolo di Arondir
  • Charles Edwards come Celebrimbor
  • Maxim Baldry nel ruolo di Isildur
  • Sophia Nomvete nel ruolo della principessa Disa
  • Charlie Vickers come Halbrand
  • Lenny Henry nel ruolo di Sadoc Burrows
  • Simon Merrells come Trevyn
  • Megan Richards nel ruolo di Poppy Proudfellow
  • Dylan Smith nel ruolo di Largo Brandyfoot
  • Daniel Weyman nel ruolo dello sconosciuto
  • Cynthia Addai-Robinson nel ruolo della regina reggente Míriel
  • Peter Mullan
  • Lloyd Owen nel ruolo di Elendil
  • Ema Horvath nel ruolo di Eärien
  • Markella Kavenagh nel ruolo di Elanor “Nori” Brandyfoot
  • Giuseppe Mawl
  • Tyroe Muhafidin nel ruolo di Theo
  • Augusto Prew
  • Pietro Tait
  • Ian Blackburn
  • Kip Chapman
  • Antonio Cru
  • Maxine Cunliffe
  • Trystan Gravelle nel ruolo di Pharazôn
  • Cosìitha Jayasundera
  • Fabiano McCallum
  • Geoff Morrell
  • Alessio Tarrant
  • Leon Wadham nel ruolo di Kemen
  • Benjamin Walker nel ruolo del Sommo Re Gil-galad
  • Sara Zwangobani nel ruolo di Marigold Brandyfoot
  • Will Fletcher
  • Amelie Child-Villiers
  • Bella Cassidy
  • Anson Boon

La star di Bandersnatch Will Poulter doveva interpretare un personaggio principale. Tuttavia, a dicembre è stato riferito che Poulter era stato costretto a ritirarsi a causa di un conflitto di programmazione, con il suo ruolo invece andato a Robert Aramayo , che interpretava il giovane Ned Stark in Game of Thrones.

Aramayo interpreterà Elrond, precedentemente interpretato da Hugo Weaving nella trilogia di film, che in Vanity Fair è descritto come “un giovane leader elfico politicamente ambizioso”.

Robert Aramayo (Elrond)

Poulter ha recentemente confermato a NME.com di essersi ritirato dal progetto a causa di un conflitto di programmazione creato dalla pandemia. “Ho il massimo rispetto per tutti coloro che sono coinvolti in quel progetto”, ha detto. “E non ho dubbi che sarà incredibile”.

Charles Edwards interpreterà il fabbro elfico Celebrimbor, mentre Dracula e Le sue oscure materie Morfydd Clark prenderà il posto di Cate Blanchett nel ruolo di Galadriel, che sarà un personaggio centrale della serie.

Altrove, Charlie Vickers è stato scelto per il ruolo principale del fuggitivo Halbrand che sta scappando dal suo passato e che incrocia Galadriel.

Nel frattempo, anche la star di Years and Years, Maxim Baldry, è stata scelta “in un ruolo significativo” – notizia che ora è stata confermata da Deadline , con Baldry che si aggiunge a un curriculum impressionante che include anche ruoli in Doctor Who e 80 episodi di Hollyoaks.

Charles Edwards (Celebrimbor)

È stato confermato che interpreterà il marinaio Isildur, il futuro guerriero e re di Gondor che in seguito brandisce l’Unico Anello di Sauron.

Ema Horvath è stata anche scelta per il ruolo di Eärien, la sorella di Isildur, mentre Lloyd Owen assume il ruolo fondamentale del padre di Isildur, che è un marinaio umano e futuro Sommo Re di Arnor e Gondor.

Owen ha detto a Entertainment Weekly: “In definitiva, quelli di noi che conoscono la tradizione sanno che Elendil finisce per aiutare a guidare l’Ultima Alleanza di elfi e uomini. Ma come ci arriva? Tolkien non ha scritto l’uomo in tre dimensioni, e questo è il dono di questo [spettacolo]”.

Anche Joseph Mawle – che non è estraneo ai fan del fantasy a causa del suo ruolo di Benjen Stark in Game of Thrones – è stato scelto, con la star che avrebbe dovuto interpretare il principale antagonista della serie.

Il cast principale completo è stato annunciato da Amazon nel gennaio 2020, con una serie di nuovi nomi – sia volti noti che relativi nuovi arrivati ​​- che si sono affezionati al progetto.

L’attore gallese Owain Arthur è uno di quelli che si è unito al cast, con lo spettacolo che è diventato il concerto di più alto profilo nel suo CV, che include anche apparizioni in Babylon, Casualty e A Confession.

Artù interpreta Durin IV, il principe della città nanica di Khazad-dûm.

Charlie Vickers (Halbrand)
Charlie Vickers nei panni del fuggitivo Halbrand  Matt Grace/Prime Video

L’ex star di Homeland Nazanin Boniadi è un’altra star confermata per la serie, interpretando una madre umana di nome Bronwyn che lavora come guaritrice che possiede un farmacista nelle Southlands.

Anche l’attore australiano Tom Budge aveva firmato, ma da allora ha lasciato il progetto per divergenze creative, dicendo su Instagram : “Dopo aver visto di recente i primi episodi girati nell’ultimo anno, Amazon ha deciso di andare in un’altra direzione con il personaggio che stavo interpretando”.

Nel frattempo, Ismael Cruz Córdova – meglio conosciuto per il suo ruolo in Ray Donovan ha avuto anche un ruolo nella serie – è stato scelto per il ruolo del personaggio originale e dell’Elfo, Arondir.

È un elfo Silvan che ha un amore proibito per Bronwyn.

La giovane star Markella Kavenagh – i cui precedenti crediti televisivi includono Picnic at Hanging Rock, The Cry e The Gloaming. Kavenagh interpreta una curiosa Harfoot di nome Elanor “Nori” Brandyfoot.

Seguendo le orme dei veri cavalieri Sir Ian McKellen, Sir Christopher Lee e Sir Ian Holm, lo stesso Sir Lenny Henry si è unito alla serie nei panni dell’anziano Harfoot Sadoc Burrows.

Nel frattempo, anche Cynthia Addai-Robinson di Power si è unita al vasto cast, assumendo il ruolo della regina reggente umana di Numenor, Míriel.

Beau Cassidy (figlio di mezzo), Lenny Henry (Sadoc Burrows)
Beau Cassidy (figlio di mezzo) si unisce a Lenny Henry nei panni
dell’anziano zotico Sadoc Burrows  Ben Rothstein/Prime Video

Altre star coinvolte nella serie includono Ema Horvath (Don’t Look Deeper), Megan Richards (Wanderlust), Dylan Smith (Maze Runner), Daniel Weyman (Silent Witness) e i nuovi arrivati ​​sullo schermo Tyroe Muhafidin e Sophia Nomvete.

Proprio mentre le riprese stavano finendo nel luglio 2021, Amazon ha annunciato altri membri del cast, ovvero Will Fletcher (The Girl Who Fell), Amelie Child-Villiers (The Machine) e il nuovo arrivato Beau Casidy.

Abraham Lincoln: L’attore di Vampire Hunter Benjamin Walker è stato scelto per un ruolo sconosciuto e ha rivelato che dopo un processo di audizione durato mesi gli è stata finalmente offerta la parte durante una telefonata con lo showrunner JD Payne, che all’epoca era in ospedale come sua moglie stava partorendo.

“Ha il livello di impegno di cui avrai bisogno per portare questo spettacolo dove dovrebbe essere”, ha detto Walker a Collider . “Sarebbe un grosso errore non partecipare”.

Benjamin Walker (Sommo Re Gil-galad)
Benjamin Walker interpreta
il Sommo Re Gil-galad in Il Signore degli Anelli: Gli anelli del potere Ben Rothstein/Prime Video

Successivamente è stato confermato che Walker interpreta il ruolo fondamentale di Gil-galad, l’Alto Re degli Elfi della Terra di Mezzo, che governa dal regno di Lindon.

Altrove, Ian McKellen, che ha interpretato Gandalf in tutti e sei i film de Il Signore degli Anelli/Hobbit, ha espresso il suo interesse a riprendere il suo ruolo per la serie TV, più o meno. Durante un’intervista al programma radiofonico della BBC di Graham Norton nel dicembre 2017, Norton ha chiesto se McKellen sarebbe stato infastidito nel vedere un altro attore interpretare Gandalf.

“Cosa intendi con un altro Gandalf?”, ha risposto McKellen, prima di aggiungere: “Non ho detto di sì perché non mi è stato chiesto. Ma stai suggerendo che qualcun altro lo suonerà? Gandalf ha più di 7.000 anni, quindi non sono troppo vecchio.

Nel frattempo, Orlando Bloom – che ha interpretato Legolas nei film – si è quasi escluso, dicendo a Entertainment Tonight: “Non so dove mi collocherei ora in quel mondo. Se penso che tu stia dicendo [lo farei come back] come Legolas, probabilmente hanno avuto un ragazzo di 19 anni”.

Trailer de Il Signore degli Anelli: Gli anelli del potere

Il primo trailer de Il Signore degli Anelli: Gli anelli del potere è stato rilasciato da Amazon Prime Video nel febbraio 2022 e mostra la portata e le immagini straordinarie della serie.

Ci sono alcune apparizioni di personaggi come Galadriel ed Elrond che appaiono nel filmato.

Un secondo trailer completo incentrato principalmente su Galadriel è stato rilasciato giovedì 14 luglio 2022.

 

“Non hai visto quello che ho visto io”, dice Galadriel a Elrond durante il trailer mentre ci vengono mostrati ulteriori panorami.

Un terzo trailer – e il più lungo pubblicato finora – è stato mostrato come San Diego Comic-Con venerdì 22 luglio 2022.

La clip è stata successivamente pubblicata online da Prime Video e ha offerto ai fan di tutto il mondo uno sguardo intrigante su The Rings of Power.

“Pensavamo che la guerra, finalmente, fosse finita”, rivela Galadriel nella voce fuori campo del trailer, ma è chiaro che un nuovo male si nasconde.

Vediamo tutta una serie di nuove immagini che mostrano i personaggi. Chi sopravviverà alla battaglia a venire?

Un trailer finale è stato rilasciato nell’agosto 2022, offrendo ai fan un altro assaggio di cosa aspettarsi. Guarda sotto:

Quante stagioni ci saranno de Il Signore degli Anelli: Gli Anelli del Potere?

Morfydd Clark nel ruolo di Galadriel ne Gli anelli del potere
Morfydd Clark nel ruolo di Galadriel in The Rings of Power per  gentile concessione di Amazon Studios

Quando Amazon ha acquisito i diritti del Signore degli Anelli per una grossa somma, ha preso un impegno per più stagioni che includeva anche una potenziale serie spin-off.

Tuttavia, ogni stagione dovrà ancora avere l’approvazione formale per dare il via libera ai dirigenti di Amazon, nell’improbabile scenario che la serie sia un completo disastro commerciale.

La società sembra avere fiducia che non sarà così, poiché ha confermato una seconda stagione già prima ancora che la prima stagione iniziasse le riprese. La serie andrà in pausa per circa quattro mesi prima che le riprese inizino di nuovo.

Il capo degli Amazon Studios Jennifer Salke ha anche commentato il budget di produzione di $ 465 milioni della prima stagione, sottolineando che i soldi vengono utilizzati per la costruzione del mondo necessaria per le stagioni future della serie.

“Questa è l’intera stagione di un enorme spettacolo di costruzione del mondo”, ha detto Salke a THR . “Il numero è un titolo sexy o un titolo pazzo su cui è divertente fare clic, ma in realtà sta costruendo l’infrastruttura di ciò che sosterrà l’intera serie .”

Salke ha anche aggiunto che “un pubblico gigante e globale deve presentarsi come appuntamento televisivo”, ma è chiaro che Amazon ha in mente il futuro dello spettacolo e con quel tipo di investimento lo streamer sta chiaramente scommettendo che lo spettacolo durerà diversi almeno le stagioni.

Luogo delle riprese de Il Signore degli Anelli: Gli anelli del potere

Ismael Cruz Cordova (Arondir)
Ismael Cruz Córdova interpreta Arrondir mentre esamina il paesaggio della Terra di Mezzo  Per gentile concessione di Prime Video

Dopo molte speculazioni, Amazon Studios ha confermato che la Terra di Mezzo tornerà in vita nei dintorni della Nuova Zelanda , che ha fatto da sfondo alla pluripremiata trilogia di Peter Jackson.

In una dichiarazione, gli showrunner e i produttori esecutivi JD Payne e Patrick McKay hanno dichiarato: “Mentre cercavamo il luogo in cui avremmo potuto dare vita alla bellezza primordiale della Seconda Era della Terra di Mezzo, sapevamo che dovevamo trovare un posto maestoso, con coste, foreste e montagne incontaminate, che ospita anche set, studi di livello mondiale, artigiani altamente qualificati ed esperti e altro personale.

“E siamo felici di poter confermare ufficialmente la Nuova Zelanda come la nostra casa per la nostra serie basata sulle storie de Il Signore degli Anelli di JRR Tolkien.

“Siamo grati al popolo e al governo della Nuova Zelanda e in particolare di Auckland per averci supportato durante questa fase di pre-produzione. L’abbondante ospitalità kiwi con cui ci hanno accolto ci ha già fatto sentire come a casa e non vediamo l’ora di approfondire la nostra partnership negli anni a venire”.

Buone notizie per Tourism New Zealand , quindi.

Tuttavia, sembra che la Nuova Zelanda sarà solo la casa di produzione della prima stagione, poiché Amazon sposterà la produzione nel Regno Unito per la seconda stagione.

La notizia è stata annunciata nell’agosto 2021, con Amazon pronta a utilizzare il crescente spazio in studio e i teatri di posa nel Regno Unito, dove vengono girate serie come Good Omens e Anansi Boys.

La notizia è stata accolta con polemiche e proteste da molti fan, poiché la Nuova Zelanda è sinonimo di Il Signore degli Anelli da 20 anni da quando il paese è raddoppiato per la Terra di Mezzo nella trilogia di film di Peter Jackson.

Tuttavia, il Regno Unito potrebbe fornire una casa più pratica, dato il cast prevalentemente britannico che avrà impegni multi-stagionali, soprattutto con la continua incertezza sulla pandemia di COVID-19.

Sarà anche una sorta di ritorno a casa, poiché Tolkien ha scritto le sue storie per essere una mitologia per l’Inghilterra e luoghi basati come The Shire nella campagna inglese.

Le riprese della seconda stagione dovrebbero iniziare a metà del 2022.

Trama della serie Il Signore degli Anelli: Gli anelli del potere

Morfydd Clark (Galadriel), Benjamin Walker (Sommo Re Gil-galad)
Il Galadriel di Morfydd Clark è incoronato dal Sommo Re Gil-galad, interpretato da
Benjamin Walker  Per gentile concessione di Prime Video

La descrizione ufficiale con il trailer recita: “Questo dramma epico è ambientato migliaia di anni prima degli eventi de Lo Hobbit e Il Signore degli Anelli di JRR Tolkien e riporterà gli spettatori a un’era in cui furono forgiati grandi poteri, i regni salirono a gloria e cadde in rovina, improbabili eroi furono messi alla prova, la speranza appesa ai fili più sottili e il più grande cattivo che fosse mai uscito dalla penna di Tolkien minacciò di coprire tutto il mondo nell’oscurità.

“A partire da un periodo di relativa pace, la serie segue un cast corale di personaggi, sia familiari che nuovi, mentre affrontano il tanto temuto riemergere del male nella Terra di Mezzo. Dalle profondità più oscure delle Montagne Nebbiose, a dalle maestose foreste della capitale degli elfi Lindon, al regno insulare mozzafiato di Númenor, fino ai confini più remoti della mappa, questi regni e personaggi si ritagliano eredità che sopravvivranno molto tempo dopo che se ne saranno andati.”

Piuttosto che essere un remake diretto dei libri del Signore degli Anelli, gli spettatori della versione TV possono aspettarsi uno spettacolo “più Silmarillion”, secondo la star di Frodo Baggins, Elijah Wood.

“Da quello che ho capito, il materiale su cui stanno lavorando esiste cronologicamente più indietro nella storia nella tradizione de Il Signore degli Anelli o della Terra di Mezzo rispetto a qualsiasi personaggio rappresentato in Il Signore degli Anelli”, ha detto a IndieWire .

“Sembra più dell’era del Silmarillion. Non per diventare nerd, ma è la Seconda Era della Terra di Mezzo”.

Vanity Fair osserva che la serie “si destrerà tra 22 stelle e trame multiple, dalle profondità delle miniere di nani delle Montagne Nebbiose all’alta politica del regno elfico di Lindon e alla potente isola umana simile ad Atlantide, Númenor”.

Amazon ha rivelato che la serie sarà ambientata durante il periodo di 3.441 anni prima degli eventi de La Compagnia dell’Anello. Nella linea temporale di JRR Tolkien, questa è conosciuta come l’Era di Númenor, o Seconda Era. Hanno anche pubblicato una sinossi di cosa tratterà!

“La prossima serie di Amazon Studios porta sugli schermi per la prima volta in assoluto le leggende eroiche della leggendaria Seconda Era della storia della Terra di Mezzo. Questo dramma epico è ambientato migliaia di anni prima degli eventi de Lo Hobbit e Il Signore degli Anelli di JRR Tolkien, e riporterà gli spettatori a un’era in cui furono forgiati grandi poteri, regni salirono alla gloria e caddero in rovina, eroi improbabili furono messi alla prova, la speranza appesa ai fili più sottili e il più grande cattivo che sia mai uscito dalla penna di Tolkien minacciò di coprire tutto il mondo nelle tenebre. Iniziata in un periodo di relativa pace, la serie segue un cast corale di personaggi, sia familiari che nuovi, mentre affrontano il tanto temuto riemergere del male nella Terra di Mezzo. Dalle profondità più oscure delle Montagne Nebbiose, alle maestose foreste della capitale degli elfi Lindon, al regno insulare mozzafiato di Númenor, fino ai punti più remoti della mappa, questi regni e personaggi si ritagliano eredità che sopravvivranno molto tempo dopo se ne sono andati.”

Ciò significa, sfortunatamente, che probabilmente non vedremo molti dei personaggi della serie originale, poiché non erano in giro durante questo periodo.

Non è del tutto chiaro quale parte della già consolidata tradizione di Tolkien vedremo. L’ascesa del grande e cattivo ladro di anelli Sauron e la formazione dell’Ultima Alleanza di Elfi e Uomini hanno luogo alla fine della Seconda Era, ma ci sono un sacco di cose che sono successe prima, che potrebbero invece essere coperte.

È già stato confermato che Sauron – o Annatar come era conosciuto in The Second Age – non apparirà nella prima stagione, con l’apparente intenzione di creare aspettative per la sua apparizione nelle stagioni successive.

Tuttavia, Sauron dovrebbe svolgere un ruolo chiave ad un certo punto nella serie, poiché le voci affermano che anche Celebrimbor, il ringmaker, sarà presente nello show, suggerendo che la serie rappresenterà la forgiatura degli Anelli del Potere.

Il team di sceneggiatori dello show potrebbe decidere di “raccontare la caduta della leggendaria civiltà dell’Uomo da cui discende la linea di sangue di Aragorn” – il che spiegherebbe perché originariamente si diceva che il passato di Aragorn avrebbe avuto un ruolo nella serie.

La notizia sembra confermare, tuttavia, che pochissimi dei personaggi che conosciamo e amiamo della trilogia originale faranno la loro apparizione, poiché la maggior parte sono nati nella Terza Era (a parte vari personaggi tra cui Galadriel, Elrond e Gandalf, che sono nati o esisteva in forma spirituale come “Maiar” prima della Seconda Era).

Quindi, sì, sono circa tremila anni e mezzo di speculazioni su cosa accadrà nella serie… Meno male che abbiamo ancora un paio d’anni prima del suo rilascio.

Un nuovo sviluppo forse sorprendente è emerso nell’ottobre 2020 quando è stato lanciato un casting per chiedere attori che si sentissero a proprio agio con la nudità.

Insieme al fatto che la serie elenca un coordinatore dell’intimità tra la sua troupe, questo ha portato ad alcune speculazioni sul fatto che la serie includerà alcune scene di sesso – qualcosa che potrebbe sorprendere i fan del lavoro di Tolkien.

Tuttavia, altri rapporti hanno suggerito che la nudità sarà invece scarsa e non sessualizzata, ma sarà invece collegata alla corruzione degli elfi mentre si trasformano lentamente in orchi.

Un’immagine a prima vista piuttosto sbalorditiva è stata rilasciata nell’agosto 2021 e non ci è voluto molto perché le speculazioni dei fan si scatenassero. La città corrisponde da vicino alla descrizione della città di Tirion, situata su Valinor – un regno al di fuori della Terra di Mezzo noto anche come Terre Immortali, dove Frodo, Bilbo e Gandalf sono visti navigare verso la fine del Ritorno del Re.

Tuttavia, è la vita vegetale che ha entusiasmato di più i fan, poiché i due alberi all’orizzonte che emanano luce sembrano sospettosamente simili ai Due Alberi di Valinor. Tuttavia, questi non sono vecchi arbusti – chiamati Laurelin e Telperion, i due alberi furono la prima fonte di luce nell’universo fino a quando il primo Signore Oscuro Melkor e la gigantesca creatura ragno Ungoliant li distrussero, con i loro fiori e frutti usati per creare il sole e Luna.

La cosa più notevole dei Two Trees, tuttavia, è che la loro esistenza precede persino The First Age, suggerendo che lo show su Amazon presenterà flashback o un prologo ambientato ancora più nel passato. La figura vestita potrebbe anche essere uno dei Valar che originariamente ha plasmato e governato il mondo, suggerendo che la serie potrebbe esplorare la creazione della Terra di Mezzo.

Inizialmente la serie poteva solo adattare eventi della Seconda Era dai libri de Il Signore degli Anelli e dalle loro vaste appendici, tuttavia nel luglio 2021 è stato riferito che la tenuta di Tolkien era soddisfatta dello sviluppo della serie finora e ha concesso la produzione accesso ad alcuni passaggi delle raccolte di racconti Il Silmarillion e Racconti incompiuti.

Questa sarà la prima volta in assoluto che i passaggi di entrambi i libri sono stati concessi in licenza per lo schermo, anche se non è chiaro se i diritti siano stati concessi in tempo per la loro inclusione nella prima stagione.

Non si sa nemmeno quali passaggi particolari siano stati concessi in licenza per lo spettacolo, anche se è probabile che le sezioni che fanno riferimento a Númenor e Rings of Power siano ben allineate con le storie nelle appendici di cui Amazon ha già i diritti.

Chi sono i creativi dietro Il Signore degli Anelli: Gli Anelli del Potere?

Amazon ha annunciato a luglio 2019 che il regista di Jurassic World: Fallen Kingdom JA Bayona dirigerà i primi due episodi della serie. Sarà anche produttore esecutivo, insieme alla sua partner Belén Atienza.

Si uniscono agli sceneggiatori di Star Trek 4 JD Payne e Patrick McKay, che serviranno come co-showrunner. Al loro appuntamento, la coppia ha rilasciato una dichiarazione congiunta in cui affermava di essere “assolutamente entusiasta di collaborare con Amazon per riportarlo in vita”.

“Ci sentiamo come Frodo, partito dalla Contea, con una grande responsabilità nelle nostre cure”, hanno aggiunto. “È l’inizio dell’avventura di una vita.”

Anche lo sceneggiatore e co-produttore esecutivo di Game of Thrones Bryan Cogman si consulterà sulla serie. Dopo aver iniziato come assistente di David Benioff e DB Weiss, Cogman ha continuato a scrivere vari episodi del dramma fantasy della HBO, tra cui “Cripples, Bastards, and Broken Things” della prima stagione, “Kissed by Fire” della terza stagione e l’ episodio due dell’ottavo stagione , “Un cavaliere dei sette regni”.

L’intero team creativo di LoTR è stato successivamente confermato nel luglio 2019, con Lindsey Weber (10 Cloverfield Lane), Bruce Richmond (Game of Thrones), Gene Kelly (Boardwalk Empire) e l’ex capo del genere di Amazon, Sharon Tal Yguado, tutti produttori esecutivi.

Gli sceneggiatori/produttori esecutivi includono anche Gennifer Hutchison (Breaking Bad), Jason Cahill (I Soprano) e Justin Doble (Stranger Things).

E la serie ha conquistato Rick Heinrichs di Star Wars: Gli ultimi Jedi come scenografo e Kate Hawley (Suicide Squad) per disegnare i costumi.

A unirsi al team creativo c’è anche Wayne Che Yip, che ha firmato non solo per dirigere quattro episodi dello show, ma anche per essere un produttore esecutivo. Yip è ben noto ai fan del genere per il suo lavoro alla regia, essendo stato coinvolto, tra le altre cose, in Doctor Who, il suo spin-off di breve durata, Class e Doom Patrol.

Nel maggio 2021 l’ultima aggiunta al team creativo è stata annunciata come Charlotte Brändström, che non è estranea alla TV fantasy ad alto budget avendo precedentemente diretto due episodi di The Witcher .

  • Per le ultime notizie e i consigli degli esperti su come ottenere le migliori offerte quest’anno, dai un’occhiata alle nostre guide Black Friday 2021 e Cyber ​​Monday 2021 .

Peter Jackson sarà coinvolto in Il Signore degli Anelli: Gli anelli del potere?

Il regista premio Oscar ha confermato che non sarà coinvolto dietro le quinte della nuova serie. Parlando con la pubblicazione francese Allocine , ha dichiarato: “Non sono affatto coinvolto nella serie ‘Il Signore degli Anelli’… capisco come il mio nome possa venire fuori, ma non sta succedendo nulla con me in questo progetto”.

Cosa significano le mappe della Terra di Mezzo di Amazon?

(Amazzonia)

La società potrebbe tenere le sue carte strette al petto quando si tratta di annunci reali, ma dietro le quinte Amazon ha tranquillamente spianato la strada al suo rilascio storico.

Il feed Twitter dello spettacolo, creato nel novembre 2018, da febbraio 2019 si collega a una serie di mappe online della Terra di Mezzo.

Nel corso di una serie di messaggi, le mappe sono state gradualmente compilate, ma cosa potrebbe significare?

“Ho saggiamente iniziato con una mappa”, iniziano i messaggi, una citazione dell’autore del Signore degli Anelli JRR Tolkien.

I messaggi poi continuano, citando una sezione dei libri che descrive i famigerati anelli del potere.

Ecco il testo completo:

Tre anelli per i re degli elfi sotto il cielo,

Sette per i Signori dei Nani nelle loro sale di pietra,

Nove per uomini mortali destinati a morire,

Uno per il Signore Oscuro sul suo trono oscuro;

Nella Terra di Mordor dove giacciono le ombre.

Un anello per dominarli tutti, un anello per trovarli,

Un anello per portarli tutti, e nelle tenebre legarli;

Nella Terra di Mordor dove giacciono le ombre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Detected!!!

We have detected that you are using extensions to block ads. Please support us by disabling these ads blocker.

Powered By
100% Free SEO Tools - Tool Kits PRO
error: Contenuto Protetto!